SocGen riduce esposizione a Russia, balzano utili trim4

giovedì 12 febbraio 2015 10:37
 

PARIGI, 12 febbraio (Reuters) - Societe Generale ha registrato un utile netto pressoché triplicato nel quarto trimestre e comunicato che intende ridurre la propria esposizione nei confronti della Russia alla luce di crescenti accantonamenti che ha dovuto effettuare per perdite su prestiti nel paese.

La seconda principale banca francese ha detto che continuerà a ridurre il funding per le sue divisioni russe, facendo sì che siano sempre più dipendenti dalle emissioni obbligazionarie in rubli.

Attorno alle 10,20 il titolo sale di circa l'1,4%.

Il gruppo ha comunicato inoltre di aver aumentato nella seconda metà dell'anno gli accantonamenti per i contenziosi legali di altri 200 milioni di euro a 1,1 miliardi.

Nel quarto trimestre l'utile netto si è attestato a 511 milioni di euro, in netto rialzo dai 191 milioni dell'anno precedente, e i ricavi sono aumentati del 7,5% a 6,123 miliardi.

Per l'intero 2014, il gruppo ha registrato un incremento del 31,7% nell'utile netto a 2,692 miliardi con una netta diminuzione degli accantonamenti per perdite sui crediti e un incremento del 5% dei ricavi a 23,561 miliardi.

Il risultato è migliorato nonostante la banca abbia messo a bilancio, tra l'altro, svalutazioni per 525 milioni sul valore della controllata russa Rosbank.

L'istituto di credito ha detto di aspettarsi che gli accantonamenti per perdite su crediti in Russia raddoppino alla luce delle difficoltà economiche del Paese dopo la caduta del prezzo del greggio e l'imposizione delle sanzioni occidentali per l'intervento di Mosca in Crimea.

La banca ha proposto un dividendo per il 2014 di 1,2 euro per azione, in rialzo da 1 euro dell'anno precedente, lasciando il pay out ratio invariato al 40%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia