Intesa SP, integrazione con Mps non è possibile in alcun modo - Messina

venerdì 31 ottobre 2014 10:22
 

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - Un'integrazione tra Intesa Sanpaolo e Monte Paschi non è possibile in alcun modo.

Lo ha detto il Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina a margine della giornata mondiale del risparmio.

"Non è possibile in nessun modo", ha detto. Gli ha fatto poi eco il presidente del consiglio di sorveglianza Giovanni Bazoli che ha dichiarato che Intesa "certamente non è interessata ad acquisizioni sul mercato domestico".

A chi gli chiedeva se Bankitalia avesse sondato Intesa per un'integrazione con Mps, risolvendo così il problema dello shortfall emerso dai test Bce, come riportato da indiscrezioni stampa, Messina ha risposto: "assolutamente no".

Infine il Ceo ha escluso che l'eccesso di capitale di 10,9 miliardi emerso con i test Bce possa essere usato per distribuire un dividendo straordinario ora.

"Al momento no, abbiamo una politica dividendi ordinari per 10 miliardi. Nel 2016 vedremo cosa ci è rimasto e potremmo anche decidere di restituirlo agli azionisti", ha spiegato.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia