Cofide, utile netto 9 mesi scende a 1,6 milioni

lunedì 27 ottobre 2014 18:39
 

MILANO, 27 ottobre (Reuters) - Cofide, azionista di Cir, ha archiviato i primi nove mesi dell'anno con un utile netto consolidato pari a 1,6 milioni dai 7,1 milioni di euro di un anno prima.

Il risultato - spiega una nota - è stato determinato dal contributo positivo di Cir per 2,6 milioni e dalla perdita della capogruppo Cofide Spa per 1 milione.

La società ricorda che a partire dalla semestrale, Sorgenia è stata classificata come attività destinata a essere ceduta. Il suo contributo è quindi compreso nel risultato netto ma non in ricavi, Ebitda ed Ebit.

Sempre nei primi nove mesi, i ricavi consolidati sono scesi dell'1,5% a 1,777 miliardi, mentre l'Ebitda è cresciuto del 9,6% a 152,6 milioni.

Al 30 settembre l'indebitamento finanziario netto consolidato del gruppo è pari a 188,4 milioni dai 1,876 miliardi del 31 dicembre, grazie al deconsolidamento del debito di Sorgenia.

"L'incremento della posizione finanziaria netta di gruppo rispetto al dato al 30 giugno 2014 (89,2 milioni) è dovuto principalmente ai previsti esborsi per imposte, effettuati da Cir e già contabilizzati nel 2013, relativi al Lodo Mondadori", spiega ancora la nota.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...