Bhp Billiton annuncia spin-off, risultati sem2 sotto attese

martedì 19 agosto 2014 10:56
 

MELBOURNE, 19 agosto (Reuters) - BHP Billiton ha annunciato, come atteso, la creazione di una nuova società da 14 miliardi di dollari, per lo più attraverso lo spin-off delle attività acquisite nel 2001 grazie alla fusione con Billiton.

L'AD Andrew Mackenzie, alla guida del colosso minerario da circa un anno, ha spiegato che la scissione è stata decisa per concentrare le energie sulle attività più performanti come i minerali di ferro, il rame, il petrolio e il carbone, permettendo un'accelerazione della crescita di cash flow e rendimenti.

"Concentrandoci su quello che facciamo meglio, lo sviluppo e lo sfruttamento dei maggiori bacini, possiamo migliorare ulteriormente la nostra produttività" ha spiegato Mackenzie in un comunicato.

La nuova entità, che non ha ancora un nome, raggrupperà le attività di BHP Billiton nel campo dell'alluminio, del manganese e del nickel.

Il colosso minerario ha archiviato il secondo semestre dell'esercizio 2013-2014 con un utile underlying, calcolato da Reuters sulla base dei dati annuali, in rialzo dell'8% a 5,69 miliardi di dollari (4,26 miliardi di euro), mentre il consensus Thomson Reuters Starmine SmartEstimate stimava 5,94 miliardi di dollari.

La società invece non ha fatto nessun annuncio sul riacquisto di azioni, che invece era atteso dal mercato.

Sulla piazza londinese il titolo cede il 4,3%, trascinando al ribasso l'indice di settore (-0,21%).

  Continua...