PUNTO 1-Intesa SP, su conti nessun impatto da svalutazioni goodwill-Carbonato

mercoledì 26 marzo 2014 17:11
 

(Aggiunge altre dichiarazioni su personale banca, governance)

MILANO, 26 marzo (Reuters) - I conti di Intesa Sanpaolo non risentiranno di svalutazioni degli avviamenti anche perché l'istituto ha già effettuato in passato pulizie di bilancio e non ha bisogno di nuovi interventi.

Lo ha detto Gianfranco Carbonato, vicepresidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo alla vigilia dei consigli che dovranno approvare il bilancio 2013 e il piano industriale che verranno presentati a mercato e stampa venerdì mattina.

"Anche noi abbiamo dei goodwill a bilancio, non si può escludere", ha risposto Carbonato a margine di un evento in merito alla possibilità che la banca effettui nuove svalutazioni.

"E' possibile, ma comunque senza impatto finanziario. Non lo posso dire, sarà deciso all'ultimo momento dai consigli", ha precisato Carbonato ricordando che "goodwill a bilancio ne abbiamo anche noi, come tutte le banche".

Al contrario di quanto accaduto a UniCredit non è prevista dunque una maxi-pulizie di bilancio dato che Intesa Sanpaolo aveva già fatto "parecchie svalutazioni in passato".

"Le svalutazioni sono una cosa irrilevante, non hanno impatti e non incidono. Quello che bisogna vedere sono i ratios patrimoniali, che sono quelli che contano. Il resto sono alchimie bilancistiche".

Lo stesso Ceo Carlo Messina la settimana scorsa aveva dichiarato che Intesa Sanpaolo non ha bisogno di fare pulizie di bilancio. Al terzo trimestre la banca aveva effettuato accantonamenti e rettifiche su crediti per circa 4 miliardi.

Per Carbonato, inoltre, non è nelle intenzioni della banca migliorare i bilanci intervenendo con tagli sul personale anche se l'obiettivo in tema di risorse è, come peraltro in tutte le aziende, quello di ottimizzare le strutture.   Continua...