PUNTO 1-Mediaset rivede utile in 2013, frena speculazioni su M&A per pay Tv

martedì 25 marzo 2014 19:58
 

* Mediaset riconquista l'utile e sorprende sul taglio costi

* Raccolta Italia peggio del mercato Tv in 2013, negativa in trim1

* Nessuna decisione su Digital Plus, pay Tv non in vendita (Aggiunge dettagli)

MILANO, 25 marzo (Reuters) - Dopo la traumatica perdita del 2012, Mediaset torna in utile nel 2013 grazie anche a una nuova accelerazione sul taglio costi, ma non azzarda previsioni sul 2014 per la scarsa visibilità sul mercato pubblicitario e raffredda le speculazioni di nuovi soci in arrivo nel settore pay.

Non sarà distribuito nessun dividendo neanche quest'anno, visto tra l'altro che la capogruppo chiude l'esercizio in perdita (-16,5 milioni rispetto a 198,8 milioni nel 2012).

RISPARMI SUPERIORI A GUIDANCE, SCENDE DEBITO

Il gruppo archivia dunque il 2013 con un Ebit consolidato di 246,3 milioni dai -235,4 milioni di un anno prima (su cui avevano pesato ingenti svalutazioni) e con un utile netto di 8,9 milioni da -287,1 milioni. I ricavi netti sono scesi di circa l'8% a 3.414,7 milioni. Il free cash flow ammonta a 237,3 milioni (245,6 milioni nel 2012).

I risparmi ottenuti nelle attività televisive hanno raggiunto 617,2 milioni di euro rispetto alla base costi del 2011, superando il target di 500 milioni indicato lo scorso novembre che già era più alto del precedente obiettivo di 450 milioni. Sull'anno in corso l'intenzione è di mantenere invariata la base costi. "Siamo pronti per cogliere al meglio la ripresa non appena ci sarà; il nostro principale obiettivo e salvaguardare il flusso di cassa", ha detto il Cfo Marco Giordani nel corso della conference call sui risultati.   Continua...