De' Longhi, ricavi preliminari 2013 +6,7% a 1,633 mld

venerdì 31 gennaio 2014 16:22
 

MILANO, 31 gennaio (Reuters) - De' Longhi ha archiviato il quarto trimestre con ricavi in crescita del 9,9% (+15% circa a cambi costanti) a 595 milioni di euro, che hanno portato la società a chiudere il 2013 con una crescita del fatturato del 6,7% (+10% circa a cambi costanti) a 1,633 miliardi di euro.

E' quanto si legge in una nota della società che riporta i dati preliminari.

Nel dettaglio, i risultati hanno mostrato "una positiva performance dell'Europa occidentale, grazie soprattutto ai mercati di riferimento del gruppo quali Germania e Italia, ma anche grazie a Benelux, Francia e Spagna".

La divisione Middle East, India e Africa ha confermato elevati tassi di crescita. Anche le vendite in Europa orientale sono cresciute "nonostante le vendite in Russia siano state marcatamente al di sotto delle attese".

"Siamo complessivamente soddisfatti dei risultati ottenuti nel 2013, anno che si è rivelato denso di criticità per il gruppo, quali l'integrazione di Braun, l'effetto cambi particolarmente sfavorevole e alcune isolate problematiche commerciali in specifici mercati", spiega nella nota l'AD Fabio de' Longhi.

"Per il 2014 ritengo che, nonostante un impatto dei cambi negativo, ma di minore entità rispetto al 2013, il gruppo abbia il potenziale per proseguire lungo il proprio percorso di crescita, grazie anche al recupero della sua posizione competitiva in Russia e all'ampliamento della distribuzione europea del marchio Braun", conclude.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...