Shell lancia allarme utili, "significativo" calo in trim4, titolo giù

venerdì 17 gennaio 2014 10:18
 

LONDRA, 17 gennaio (Reuters) - Royal Duch Shell ha avvertito che conti del quarto trimestre saranno "significativamente" più bassi dei livelli recenti per effetto dell'andamento dei prezzi di petrolio e gas e della crisi nel settore della raffinazione.

Il colosso petrolifero ha rivisto al ribasso le previsioni di utili calcolati sulla base dei costi attuali di riforniture, escluse alcune poste specifiche, a 2,9 miliardi di dollari, contro i 4 miliardi di dollari previsti dagli analisti.

Si tratta del primo importante annuncio del nuovo Ceo Ben van Beurden, in carica dal primo gennaio.

"Le nostre performance del 2013 non sono state quello che mi aspettavo da Shell", ha commentato van Beurden.

"La nostra attenzione sarà focalizzata sul miglioramento dei risultati finanziari della Shell, raggiungendo una migliore efficienza del capitale per continuare a rafforzare la nostra performance operativa" ha aggiunto.

Shell aveva anche deluso le attese sui risultati del terzo trimestre annunciati lo scorso ottobre citando i deboli margini di profitto sulla raffinazione, i maggiori costi di produzione e i fermi di produzione in Nigeria.

Il titolo è in deciso ribasso trascinando tutto il comparto petrolifero europeo. Alle 10,15 circa Shell perde il 2,8%, mentre lo Stoxx del comparto, il peggiore tra gli indici settoriali, cede lo 0,7% circa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia