Parmalat rivede al ribasso guidance Ebitda 2013 a +2% da +5%

venerdì 6 dicembre 2013 16:30
 

MILANO, 6 dicembre (Reuters) - Parmalat ha rivisto al ribasso la guidance per il 2013, prevedendo ora una crescita dell'Ebitda, a tassi di cambio e perimetro costanti ed escluso l'effetto dell'iperinflazione, del 2% su anno, rispetto alla precedente stima di un incremento del 5%.

E' quanto spiega in una nota la società.

Confermata invece la stima del fatturato netto, visto in crescita del 3% rispetto al 2012.

"Il ridimensionamento delle aspettative per l'ultimo trimestre ha indotto a rivedere al ribasso le previsioni di crescita dei risultati di fine anno", si legge nel comunicato. "Tale ridimensionamento è determinato, principalmente, dall'ulteriore ed improvviso indebolimento della domanda in molti mercati in cui Parmalat opera e dalle difficoltà a riversare sui prezzi il sensibile aumento del costo delle materie prime e, in particolare, del latte".

Parmalat spiega inoltre che il Cda ha esaminato oggi alcuni pareri legali che hanno confermato che il decreto del Tribunale di Parma dello scorso 11 novembre non è efficace, dal momento che è ancora pendente il ricorso in Corte d'Appello.

Tra le altre cose, il tribunale aveva ordinato la sostituzione del consigliere Marco Reboa.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

  Continua...