PUNTO 1-Ferragamo, salgono utili e ricavi 9 mesi, vede 2013 in crescita

giovedì 14 novembre 2013 19:49
 

(Aggiunge dettagli da nota, conference call)

MILANO, 14 novembre (Reuters) - Ferragamo archivia i primi nove mesi dell'anno con utili e ricavi in aumento e conferma le attese di un 2013 in crescita.

Il mese di ottobre è andato bene e i segnali lasciano presagire una performance coerente anche per la fine dell'anno, hanno sottolineato durante una conference call l'Ad Michele Norsa e il Cfo Ernesto Greco.

L'utile netto di pertinenza del gruppo nei nove mesi si attesta a 112 milioni di euro (+61%), l'Ebit sale del 23% a 162 milioni, l'Ebitda del 22% a 192 milioni.

L'aumento dell'utile netto beneficia anche della significativa diminuzione del risultato di terzi, come conseguenza del riacquisto di quote di partecipazione nelle società distributive della Greater China, della Corea e del Sud Est Asiatico.

Al 30 settembre il gruppo ha realizzato ricavi pari a 915 milioni, in aumento del 10% a tassi di cambio correnti. A cambi costanti l'incremento è pari a 11%. Nel solo terzo trimestre la crescita dei ricavi è dell'8,5% a cambi correnti e oltre +10% a cambi costanti.

"L'andamento del business nei primi nove mesi dell'anno conferma, in assenza di particolari turbative di mercato, un aspettativa di ulteriore crescita per il gruppo anche per il 2013, sia del giro d'affari che dell'utile netto", si legge nel comunicato sui risultati.

Quanto al quarto trimestre, "la sola cosa che posso confermare è che ottobre è stato un buon mese, con numeri coerenti o migliori dei mesi precedenti. Non posso fare previsioni su novembre e dicembre ma non vedo segnali specifici per cambiare la tendenza dell'anno", ha detto Norsa durante la call.

L'Ad non ha voluto commentare il consensus degli analisti sull'Ebitda dell'intero 2013, ma ha detto di avere davanti una cifra di consensus pari a 265 milioni, "fatta da un pool di analisti, crediamo che siano professionisti molto bravi, se hanno prodotto questo numero avranno avuto un buon motivo".   Continua...