PUNTO 3-Mps, perdita trim3 a 138 mln meglio di consensus, core Tier1 a 11,1

giovedì 14 novembre 2013 19:57
 

(aggiunge risposta Viola su aumento)

ROMA, 14 novembre (Reuters) - Banca Mps ha chiuso il terzo trimestre del 2013 con una perdita netta di 138,3 milioni che porta il rosso dei primi nove mesi a 518,3 milioni. La perdita del trimestre è meno pesante del consensus di 11 analisti che, nella mediana delle stime, si attendevano una perdita di 155 milioni.

La perdita include interessi sui 4,07 miliardi di Monti bond per 77 milioni nel trimestre, che ammontano a 238 milioni nei primi 9 mesi.

"I dati del trimestre danno ulteriore confidenza sul fatto che la banca ha imboccato un percorso di riequilibrio della struttura patrimoniale finanziaria e per il recupero di una redditività sostenibile che costituiscono le linee guida del piano" di ristrutturazione inviato a Bruxelles nei giorni scorsi, ha spiegato l'Ad Fabrizio Viola illustrando i risultati agli analisti.

EFFETTO POSITIVO DA TAGLIO BCE

Nel corso della conference il Cfo Bernardo Mingrone ha sottolineato l'effetto positivo del taglio di un quarto di punto del tasso di riferimento della Bce, dicendo che questo ha un effetto positivo nel ridurre il costo del funding sull'Ltro, stimabile in circa 70 milioni di euro.

Viola sottolinea che "con il 30 settembre è stato raggiunto l'obiettivo di chiusura delle 400 filiali previste, con due anni di anticipo sul piano" e che per quanto riguarda la riduzione del personale, che il piano concordato con Bruxelles fissa a 8.000 unità al 2017, "una volta finalizzata l'operazione sul back office, il totale sarà vicino a 4 mila unità e saremo circa al 50% dell'obiettivo concordato con l'Unione europea".

Mps, secondo la nota diffusa dopo il cda, ha rettificato crediti nei primi nove mesi per circa 1,54 miliardi.   Continua...