Juve, peggiora perdita in trim1 fiscale, cresce indebitamento

mercoledì 13 novembre 2013 18:19
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - La Juventus ha chiuso il primo trimestre dell'esercizio 2013/2014 con una perdita in crescita e un peggioramento dell'indebitamento finanziario.

La perdita del periodo, si legge in un comunicato della società guidata da Andrea Agnelli, è stata pari a 18,4 milioni (+58,6%).

I ricavi sono saliti dell'1,8%, a 55,6 milioni, ma i costi operativi sono balzati del 13,6%, a 56 milioni.

Al 30 settembre scorso, liindebitamento finanziario netto ammontava a 178,2 milioni, rispetto al saldo di 160,3 milioni del precedente 30 giugno.

Il club bianconero scrive di ritenere poco probabile che il Tas si pronuncerà in maniera sfavorevole nel procedimento che riguarda Adrian Mutu e il Chelsea, che ha visto in primo grado la Juve e il calciatore condannati a pagare 17 milioni alla società inglese.

La Juve, infine, preannuncia che il risultato d'esercizio "sarà influenzato da incrementi dei costi relativi la gestione sportiva e dall'impatto che i risultati sportivi, che saranno effettivamente conseguiti, avranno sui ricavi attesi. Obiettivo della società è di proseguire nel trend di miglioramento dei risultati economici evidenziato nel corso degli ultimi due esercizi".

Per leggere il comunicato integrale, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia