Banca IMI, netto 9 mesi a 390 mln, Core Tier 1 a 14,8%, ricavi oltre 1 mld

martedì 12 novembre 2013 17:30
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Banca IMI, banca d'investimento del gruppo Intesa Sanpaolo, ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto consolidato di 390 milioni in calo del 21,1% rispetto a un anno prima.

Nel solo terzo trimestre, l'utile netto è di 119,7 milioni, in progresso rispetto ai 93,5 milioni di un anno prima.

Il risultato è stato realizzato in un contesto di "minori opportunità offerte dai mercati finanziari" e a fronte della conferma di "un approccio particolarmente rigoroso nella valutazione del portafoglio crediti", dice una nota.

Il margine di intermediazione è sceso del 9,8% a 1,01 miliardi, mentre i costi operativi sono stabili a 269 milioni.

Confermata la solidità patrimoniale della banca con un Core Tier 1 al 14,8%.

"La banca ha confermato la capacità di operare in contesti complessi come l'attuale, volgendo il proprio impegno al servizio della clientela, al fine di supportare performance sostenibili attraverso soluzioni e prodotti studiati sulle necessità delle singole imprese", ha commentato l'AD Gaetano Micciché dopo la diffusione dei conti.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia