Gemina, cresce Ebitda 9 mesi nonostante calo traffico, preoccupa Alitalia

venerdì 8 novembre 2013 17:44
 

ROMA, 8 novembre (Reuters) - Gemina, controllante della società Aeroporti di Roma che gestisce lo scalo di Fiumicino, ha chiuso i primi nove mesi del 2013 con un Ebitda in crescita annua del 42,5% a 296,3 milioni grazie all'incremento tariffario di circa 7,5 euro per passeggero partente, nonostante il calo del traffico del 2,1%.

Lo dice una nota della società precisando che "la situazione di estrema fragilità ed instabilità in cui versa Alitalia, vettore che realizza il 46% del traffico nello scalo di Fiumicino, è elemento di estrema attenzione e preoccupazione".

I ricavi da gestione aeroportuale crescono del 19,7% attestandosi a 500,5 milioni. Il risultato operativo (Ebit) consolidato si è attestato a 163,2 milioni in crescita di 67,6 milioni.

L'indebitamento finanziario consolidato netto al 30 settembre 2013 è pari a 877 milioni, in ulteriore riduzione rispetto ai 973 mln di fine esercizio 2012.

Gemina dice di aver completato l'analisi dei presupposti industriali, finanziari, economici e giuridici riferiti all'operazione di integrazione societaria con la holding Atlantia, il cui progetto è stato approvato dai rispettivi organi societari e avrà efficacia entro la fine del 2013.

Per una lettura integrale del comunicato i clienti Reuters possono fare doppio click su:

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia