PUNTO 1-Finmeccanica, problema si chiama Ansaldo Breda, ribadisce Pansa

venerdì 8 novembre 2013 11:48
 

* Titolo pesante oggi in borsa dopo i risultati di ieri sera sul terzo trimestre

* L'Ad dice che si procederà sulle dimissioni con Breda e Sts "unite o divise"

* Soddisfazione per i risultati nel core business e fiducia sulla vicenda indiana (Unifica pezzi, aggiunge background)

ROMA, 8 novembre (Reuters) - Finmeccanica ribadisce che, malgrado i deludenti risultati nel terzo trimestre che hanno causato un tonfo in borsa all'apertura dei mercati, è soddisfatta per l'andamento del business nei settori core. Il management attribuisce la responsabilità dei conti in rosso al settore trasporti, e la società "proseguirà sulla strada delle dismissioni".

E' quanto è emerso dalla conference call con gli analisti per la presentazione dei risultati del terzo trimestre che hanno registrato una perdita di 73 milioni e una revisione negativa dei target di fine anno.

L'amministratore delegato Alessandro Pansa ha ribadito che "un nome ci ha dato i nostri problemi: Ansaldo Breda".

L'Ad ha confermato che il gruppo ha fatto "significativi progressi" nei settori di core business quali elicotteri e aeronautica mentre l'elettronica nella difesa ha subito soprattutto gli effetti dei "drammatici" tagli effettuati dall'amministrazione Usa che hanno pesato sulla controllata americana Drs.

Anche il direttore finanziario Gian Piero Cutillo si è detto "soddisfatto con i risultati nel core business". Ma ha sottolineato che i risultati del terzo trimestre di Breda "sono peggio delle previsioni".

Il titolo ha aperto oggi in forte ribasso e alle 11,30 è in calo del 5,99% a 5,1050 euro dopo essere arrivato a perdere poco dopo l'apertura fino all'8%.   Continua...