Pop Sondrio, netto 9 mesi in calo 61,4%, sofferenze balzano 54%

mercoledì 6 novembre 2013 17:57
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Banca Popolare di Sondrio ha realizzato nei primi nove mesi del 2013 un utile netto di 52 milioni di euro, in calo del 61,4% rispetto allo stesso periodo del 2012. Il margine di intermediazione è diminuito del 4,61% a 713 milioni.

Una nota precisa che i crediti deteriorati ammontano a 1,801 miliardi, più 38,01% rispetto al 31 dicembre 2012, nel cui ambito le sofferenze nette segnano 448 milioni di euro, +54,10%, e costituiscono l'1,83% dei crediti verso clientela.

La raccolta diretta è cresciuta dell'1,12% a 26,479 miliardi rispetto al 31 dicembre scorso, +8,4% su base annua.

Il patrimonio netto consolidato, compreso l'utile di periodo, ammonta al 30 settembre a 1,914 miliardi di euro, con un aumento sul 31 dicembre 2012 di 44 milioni, pari al 2,36%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia