SINTESI-Prysmian, risultati giù in 9 mesi, meglio trim3, titolo corre

mercoledì 6 novembre 2013 19:49
 

(Accorpa pezzi, aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Prysmian archivia i primi nove mesi dell'anno con ricavi, margini e utile in calo, ma evidenzia segnali di ripresa nel terzo trimestre.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, sono scesi, a livello organico, del 3,9%, a 5,488 miliardi.

L'Ebitda adjusted è calato del 5,2%, a 444 milioni. La nota sottolinea che il risultato "ha risentito negativamente dell'effetto cambi, pari a 15 milioni di euro rispetto all'anno 2012, e dovuto in particolare alla significativa svalutazione del real brasiliano, del dollaro australiano, del dollaro americano e della lira turca".

Il risultato operativo rettificato si è attestato a 329 milioni (-5,8%).

L'utile netto adjusted ha registrato una flessione del 6,7%, a 180 milioni.

Il gruppo guidato da Valerio Battista sottolinea i segnali di lieve ripresa nel terzo trimestre, in particolare la crescita dell'Ebitda.

La posizione finanziaria netta al 30 settembre scorso era pari a 1,246 miliardi, in miglioramento rispetto agli 1,446 miliardi di un anno prima.

Nel corso della conference call di presentazione dei risultati, il direttore finanziario, Pier Francesco Facchini, ha confermato l'obiettivo di chiudere l'anno con un indebitamento inferiore a quello del 2012, indicando il range 850-900 milioni, ma ha evidenziato che "il target è volatile perché dipenderà dall'iter dei progetti".   Continua...