Prysmian, risultati in calo in nove mesi, segnali di ripresa in trim3

mercoledì 6 novembre 2013 16:25
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Prysmian archivia i primi nove mesi dell'anno con ricavi, margini e utile in calo, ma evidenzia segnali di ripresa nel terzo trimestre.

I ricavi, si legge in un comunicato del produttore di cavi, sono scesi, a livello organico, del 3,9%, a 5,488 miliardi.

L'Ebitda adjusted è calato del 5,2%, a 444 milioni.

L'utile netto adjusted ha registrato una flessione del 6,7%, a 180 milioni.

La posizione finanziaria netta al 30 settembre scorso era pari a 1,246 miliardi, in miglioramento rispetto agli 1,446 miliardi di un anno prima.

Prysmian conferma la guidance sull'Ebitda adjusted a fine anno, che si attesterà nel range 600-650 milioni.

Il gruppo guidato da Valerio Battista sottolinea i segnali di lieve ripresa nel terzo trimestre, in particolare la crescita dell'Ebitda.

Secondo le stime di consensus, comunicate dall'azienda, nei nove mesi gli analisti prevedevano vendite pari a 5,513 miliardi, un Ebitda adjustd di 442 milioni, un Ebit adjusted di 326 milioni, un utile netto adjusted di 178 milioni e una posizione finanziaria netta di 1,283 miliardi.

Nei primi nove mesi del 2012, Prysmian aveva registrato ricavi pari a 5,930 miliardi, un Ebitda adjusted di 468 milioni, un Ebit adjusted di 349 milioni, un utile netto adjusted di 194 milioni e una posizione finaniaria netta di 1,448 miliardi.   Continua...