Cir in utile in 9 mesi grazie a Lodo Mondadori,per ora no utilizzo cassa

lunedì 28 ottobre 2013 13:41
 

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Il gruppo Cir è tornato in utile nei primi nove mesi per 10,7 mlioni di euro (perdita di 10 milioni nello stesso periodo 2012), grazie ai proventi derivanti dal giudizio definitivo della Corte di Cassazione sul Lodo Mondadori, che ha condannato Fininvest a un risarcimento di 491,3 milioni, cifra rilevata contabilmente a conto economico per 319,3 milioni, al netto delle spese legali e delle imposte.

Ne dà notizia un comunicato

Sul periodo pesa, tuttavia, l'andamento della controllata Sorgenia, attiva nella produzione e vendita di energia elettrica, che ha comportato svalutazioni per 287,2 milioni.

L'ebitda ante componenti non ricorrenti ha registrato una leggera crescita rispetto al 2012 a 262,6 milioni. La posizione finanziaria netta della capogruppo al 30 settembre 2013, a seguito del giudizio definitivo sul Lodo Mondadori, era positiva per 540 milioni.

L'indebitamento finanziario netto consolidato ammonta al 30 settembre a 1.830,8 milioni. Il comunicato segnala, con riferimento al Lodo Mondadori, che la società dovrà effettuare nei prossimi dodici mesi esborsi al momento stimati in circa 180 milioni per imposte e spese legali, tenuto conto dei quali l'indebitamento finanziario netto sarebbe di circa 2 miliardi.

Quanto al possibile utilizzo di questa liquidità, Cir dice che, allo stato, non prevede significativi impieghi della propria liquidità nel breve periodo. Eventuali futuri utilizzi delle risorse a disposizione saranno valutati nell'interesse dello sviluppo del gruppo e di tutti gli azionisti di Cir.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia