Sorgenia, sale perdita in 9 mesi dopo svalutazioni

giovedì 24 ottobre 2013 19:14
 

MILANO, 24 ottobre (Reuters) - Le forti svalutazioni continuano a pesare sui conti di Sorgenia, la società energetica controllata da Cir e partecipata dall'austriaca Verbund, che chiude i primi nove mesi del 2013 con una perdita di 434,3 milioni da un rosso di 77,1 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.

Le svalutazioni, in particolare sulle partecipazioni internazionali e la quota in Energia Italiana/Tirreno Power sono pari a 396,6 milioni nel periodo di cui 232,8 milioni nel solo terzo trimestre, e si inquadrano anche nell'ambito del piano di rifocalizzazione della società sul core business della produzione e vendita di energia.

I ricavi hanno registrato un calo dell'1,4% a 1,73 miliardi a fronte di un Ebitda che, ante svalutazioni, è salito a 116,2 milioni da 49,6 milioni.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia