PUNTO 2-Enel supera di 800 unità target piano esuberi, altri 1.000 sotto esame

lunedì 9 settembre 2013 18:17
 

(Aggiunge background)

ROMA, 9 settembre (Reuters) - Le richieste di esodo incentivato arrivate alla direzione del personale di Enel sono state 5.328 e per 4.300 domande i requisiti sono stati già certificati dall'Inps. Si tratta di oltre 800 in più rispetto ai 3.500 previsti dal piano industriale di Enel per il biennio 2013-2014.

Lo riferisce una fonte vicina alla situazione spiegando che la base di nuove 1.500 assunzioni prevista dagli accordi con le organizzazioni dei lavoratori non è stata "modificata e sarà oggetto di discussione fra l'azienda e i sindacati".

"Le richieste già certificate dall'Inps [che deve anticipare il trattamento] per il momento sono 4.300 ma potrebbero arrivare oltre le 5.000 unità visto che sono arrivate 5.328 domande", ha detto la fonte.

Non è stato possibile avere un commento da parte di Enel.

L'ex monopolista elettrico aveva dato tempo ai propri dipendenti fino al 31 agosto per avanzare la richiesta di esodo incentivato.

Le uscite seguiranno l'articolo 4 della legge Fornero. Questo prevede la possibilità di incentivare il prepensionamento per le persone a cui mancano 4 anni per ritirarsi dal lavoro. L'azienda paga all'Inps gli importi corrispondenti agli stipendi che l'istituto di previdenza gira ai dipendenti licenziati.

Nei prossimi mesi verranno sottoscritti accordi individuali di risoluzione dei rapporti di lavoro.

Il piano delle uscite deve essere completato entro novembre 2014.   Continua...