Mediobanca, con piano 2014-16 -2 mld di esposizione equity, Core Tier 1 a 11-12%

venerdì 21 giugno 2013 07:05
 

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Mediobanca alza il velo sul piano 2014-2016 che vedrà una maggiore focalizzazione su tre attività bancarie specializzate - corporate & investment banking, retail e wealth management - e la riduzione dell'esposizione all'equity per 2 miliardi di cui 1,5 miliardi attraverso cessioni.

Il piano prevede che nel periodo venga ceduto un 3% di Generali e che da subito tutte le altre partecipazioni, anche Telco e Rcs, vengano portate a valore di mercato con una svalutazione complessiva di 400 milioni che impatterà sull'esercizio corrente, che chiude il 30 giugno, visto in rosso per 200 milioni di euro.

I principali obiettivi vedono un roe a giugno 2016 del 10-11%, un Core Tier 1, calcolato secondo Basilea 3, stabile all'11-12% per tutto l'arco del piano con un payout del 40%. I ricavi bancari sono attesi a 2,1 miliardi con una crescita media ponderata annua (cagr) del 10% e un costo del rischio stabile a 150 punti base.

Cib e private banking verranno accorpati in un'unica area: per il Cib verranno potenziate le attività internazionali ed è attesa una crescita media annua dei ricavi del 10% a 1 miliardo nel 2016. Verrà avviata 'Mediobanca Alternative Asset Management' (Maam) per lo sviluppo di attività a maggior contenuto commissionale e minor assorbimento di capitale con l'obiettivo di raggiungere in cinque anni il 15% dei ricavi bancari complessivi.

Riprenderanno i finanziamenti a imprese e famiglia (cagr +5%), mentre raccolta e impieghi di tesoreria si riporteranno sui livelli pre crisi. I bond in scadenza nei prossimi 3 anni saranno rifinanziati sul mercato con particolare attenzione ai collocamenti retail (50% delle nuove emissioni) e grazie all'ampia dotazione di liquidità si rimborseranno i fondi ottenuti con i due Ltro della Bce (4,5 miliardi).

Per ciò che riguarda il retail CheBanca! genererà utili nel 2016 con una raccolta complessiva di 14 miliardi (cagr +5%) e l'aumento dei conti correnti da 120.000 a 300.000.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia