Trasporti, Iata alza stime utili settore aereo per 2013

lunedì 3 giugno 2013 12:50
 

CITTA' DEL CAPO, 3 giugno (Reuters) - Il settore aereo globale dovrebbe raggiungere un utile industriale di 12,7 miliardi di dollari quest'anno, più dei 10,6 miliardi stimati in precedenza, grazie al calo dei prezzi del greggio e al taglio costi che hanno compensato le difficili condizioni economiche.

E' quanto prevede l'International Air Transport Association (Iata), sottolineando che comunque i margini restano stretti a causa del perdurare della crisi europea del debito.

"La sfida gionaliera di salvaguardare i ricavi insieme ai costi resta monumentale", ha detto il direttore generale di Iata Tony Tyler in occasione di un incontro tra oltre 200 compagnie aeree a Città del Capo.

"In media le compagnie guadagneranno circa 4 dollari per ciascun passeggero, meno di quanto costi un panino nella maggior parte dei posti", ha detto a Reuters Television.

Tyler ha spiegato che l'incremento della redditività è legato ai numeri record di passeggeri e alla crescita di ricavi "ancillari".

Le compagnie aeree raggiungeranno, secondo le attese, un record di 80,3% posti occupati per un totale mai raggiunto di 3,13 miliardi di passeggeri nel 2013, contro il 79,2% e i 2,98 miliardi registrati l'anno scorso.

Tyler ha spiegato che i ricavi secondari sono saliti a 36 miliardi di dollari, il 5% del giro d'affari totale, e riguardano servizi aggiuntivi come pasti, bagaglio extra e tipologie di posti a sedere. "Questi sono elementi importanti per sostenere i conti", ha detto Tyler.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia