Beghelli, 2012 in rosso, approva linee piano risanamento

venerdì 12 aprile 2013 14:19
 

MILANO, 12 aprile (Reuters) - Beghelli ha archiviato il 2012 in perdita per 19,9 milioni rispetto all'utile per 9,8 milioni dell'esercizio precedente, complici svalutazioni straordinarie per 19,6 milioni di euro.

Lo annuncia una nota del gruppo attivo in sistemi elettronici di sicurezza al termine del cda che ha contestualmente approvato un piano industriale e finanziario volto alla razionalizzazione e al riequilibrio dell'indebitamento, oltre che al recupero delle condizioni di redditività ed efficienza.

Tale piano, resosi necessario dopo il mancato rispetto dei covenants finanziari con le banche, include le proposte di riscadenziamento dell'attuale indebitamento finanziario.

Nessun dettaglio economico e patrimoniale sugli obiettivi finanziari del piano. Beghelli si limita a dichiarare che "il management della società ritiene perseguibili obiettivi di fatturato e di redditività migliorativi rispetto a quanto indicato. Tali obiettivi migliorativi sono inoltre ritenuti compatibili con la struttura dei costi indicata nel piano stesso".

Nel 2012 Beghelli, che al 31 dicembre aveva un indebitamento finanziario netto per 136,3 milioni, ha realizzato un fatturato di circa 150 milioni, inferiore dell'11,2% rispetto al 2011 e un Ebit negativo per 27,2 milioni rispetto all'utile operativo per circa 16 milioni dell'esercizio precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia