10 aprile 2013 / 14:43 / 4 anni fa

PUNTO 1 - Iren in nero in 2012 per 152,6 mln, cedola 0,0523 euro

* Indebitamento pari a 2,555 mln, calo 98 mln da fine 2011

* Titolo forte in Borsa, sale oltre 4% su incremento dividendo

* Assemblea su governance slitta al 27 giugno, più tempo ai comuni (aggiunge altri dettagli da comunicato, andamento titolo)

MILANO, 10 aprile (Reuters) - La multiutility di Torino, Genova, Reggio Emilia, Parma e Piacenza, Iren ha chiuso il 2012 con un utile netto di 152,6 milioni di euro rispetto a una perdita di 110,9 milioni di euro registrata nel 2011, principalmente attribuibile a svalutazioni a seguito del riassetto Edison/Edipower.

Secondo un comunicato, il mol cresce del 6,3% a 629,6 milioni. A fare da traino alla redditività i proventi straordinari derivanti alla vendita di alcune partecipazioni non strategiche per circa 31 milioni.

In sensibile crescita la cedola che per quest'anno sarà pari a 0,0523 euro per azione ordinaria (0,0130 euro l'anno prima) in pagamento il 3 luglio 2013.

Il mercato sta reagendo bene ai conti e premia il titolo: intorno alle 16,20 il titolo Iren balza del 4,68% a 0,6490 euro.

I ricavi salgono del 22,9% a 4.327,8 milioni, risultato riconducibile prevalentemente alla crescita dei prezzi delle commodities energetiche e all'aumento dei volumi di energia elettrica, gas e calore venduti.

L'indebitamento finanziario netto è pari a 2.555 milioni al 31 dicembre 2012, in riduzione di 98 milioni rispetto a fine 2011.

Quanto al 2013, la società rileva che i risultati saranno influenzati dall'evoluzione dello scenario energetico che resta negativo sul fronte della domanda di energia nel comparto industriale, con ripercussioni sulla produzione termoelettrica, che risentirà della crescente competizione delle fonti rinnovabili.

Sempre oggi il Cda della multiutility ha deciso di rinviare di una settimana dal 20 al 27 giugno l'assemblea degli azionisti per approvare il bilancio 2012 e la riforma della governance propedeutica al rinnovo dei vertici. Lo slittamento servirà a dare più tempo agli oltre 70 comuni azionisti di Iren che non hanno ancora iniziato la discussione e, quindi, l'approvazione della nuova governance che prevede il superamento delle logiche territoriali nella scelta dei manager e l'eliminazione del comitato esecutivo creando la figura dell'AD con deleghe operative.

A seguito dell'annuncio della nuova data dell'assemblea le liste con i nominativi del nuovo Cda dovranno essere depositate entro il 17 maggio prossimo, 40 giorni prima dell'assemblea.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below