27 marzo 2013 / 13:22 / 4 anni fa

PUNTO 1-Banca Etruria, nuove rettifiche dopo Bankitalia, sale rosso 2012

(Aggiorna con dettagli)

MILANO, 27 marzo (Reuters) - Banca Etruria ritocca al rialzo la perdita 2012 già comunicata al mercato a causa di nuove rettifiche sui crediti deteriorati emerse in seguito all'ispezione di Banca d'Italia dopo l'approvazione dei conti lo scorso 15 marzo.

Si tratta di ulteriori rettifiche lorde per 22,5 milioni che portano la perdita netta del 2012 del gruppo a 202,8 milioni di euro rispetto ai 186,5 milioni comunicati in precedenza, ma che non intaccano né i coefficienti patrimoniali né la liquidità dell'istituto.

"Questa mattina, nel pieno rispetto delle indicazioni di Banca d'Italia e al fine di assicurare l'assoluta correttezza del bilancio, il Cda ha ritenuto necessario apportare nuove rettifiche da inserire successivamente all'approvazione del bilancio 2012", ha spiegato il direttore generale Luca Bronchi nel corso dell'incontro con la comunità finanziaria allo Star Conference.

"Rispetto al volume complessivo si tratta di un aggiustamento minimo, risultato delle operazioni di chiusura delle ispezioni in corso e che nella sostanza non spostano niente sulla solidità e liquidità della banca", ha quindi specificato Bronchi ricordando le indicazioni della Vigilanza sul sistema bancario italiano complessivo in tema di valutazioni delle perdite su specifiche posizioni.

Le nuove rettifiche comporteranno un aumento del costo del credito intorno ai 28-30 punti base, rispetto ai 458 pb contabilizzati nel 2012, (di cui 240 pb a seguito del rafforzamento delle coperture) e verranno recepiti nel primo trimestre dell'anno.

A fine 2012 Banca Etruria ha un Core Tier 1 regolamentare, tenendo conto dgli add-ons chiesti da Banca d'Italia, pari al 6,58% dal 6,5% del 2011.

In un contesto economico difficile, la rischiosità del credito rimarrà un tema centrale per tutto l'anno in corso.

"Il 2013 sarà un anno ancora duro. Dall'economia non sembra arrivare un rallentamento del flusso di crediti deteriorati", ha detto Bronchi.

Nonostante questo la banca, anche per effetto degli accantonamenti particolarmente prudenti già effettuati e della riqualificazione degli attivi, si aspetta minori rettifiche future.

L'importante aumento del livello di copertura, salito al 35,1% sul totale dei crediti deteriorati (54,3% per le sole sofferenze), garantisce inoltre "una maggiore stabilità e crea i presupposti futuri per una redditività sostenibile", sostiene Bronchi fiducioso sulle prospettive dell'istituto e sul piano industriale al 2014 già approvato.

In caso di necessità la banca potrà comunque fare ricorso in qualunque momento della delega attribuita dall'assemblea per un aumento di capitale da 100 milioni di euro, ipotesi rispetto alla quale tuttavia "al momento non c'è nessuna decisione da comunicare".

(Andrea Mandalà)

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below