PUNTO 1-Mediaset in profondo rosso con svalutazioni, spinge su costi

martedì 26 marzo 2013 19:55
 

(Aggiunge dettagli da nota e da conference call)

MILANO, 26 marzo (Reuters) - Mediaset chiude il 2012 con una perdita netta di 287,1 milioni dall'utile di 225 milioni archiviato nel 2011 sotto il peso di svalutazioni e oneri straordinari, senza i quali il gruppo avrebbe comunque chiuso in rosso per 47,2 milioni.

Per gli stessi motivi il segno meno è pimbato anche sull'Ebit (-235,4 milioni dall'utile di 538,7 milioni del 2011), mentre i ricavi sono scesi di circa il 13% a 3,72 miliardi da 4,25 miliardi.

In questo contesto il gruppo sottolinea il forte lavoro sui costi che potrebbe portare a raggiungere in anticipo il target di 450 milioni di risparmi annuali rispetto al 2011 fissato per il 2014, dopo che nel 2012 le efficienze ottenute nelle attività televisive in Italia sono ammontati a 307,2 milioni, più dei 250 milioni preventivati.

L'attenzione ai costi contribuisce peraltro a una generazione di cassa di gruppo di 287 milioni (245,6 milioni solo in Italia, in aumento di 100 milioni) e a un indebitamento finanziario netto di 1,713 miliardi da 1,89 di inizio 2012.

RISULTATI LEGGERMENTE SOTTO ATTESE ANCHE SENZA SVALUTAZIONI

Gli analisti si aspettavano che l'esercizio chiudesse in perdita per la prima volta nella storia del gruppo (aveva chiuso in rosso anche i 9 mesi), ma nelle note di preview non si accennava alla possibilità di così importanti svalutazioni.

Anche depurati di questi fattori non ricorrenti, i risultati appaiono comunque un po' sotto le attese.   Continua...