Sea e Sea Handling posticipano approvazione bilancio entro 30 giugno

martedì 26 marzo 2013 16:42
 

MILANO, 26 marzo (Reuters) - Sea Handling e la controllante Sea posticiperanno l'approvazione del bilancio entro il 30 giugno in modo da poter tenere conto dell'esito della richiesta di sospensiva del Comune di Milano per la decisione della Commissione Ue sui presunti aiuti di Stato alla società di handling.

E' quanto fa sapere oggi in una nota la società che gestisce gli scali di Linate e Malpensa.

"A tale data si potrà così tener conto dell'esito dell'istanza cautelare, che si auspica positiva, per la sospensione dell'esecuzione della decisione della Commissione europea che configura le ricapitalizzazioni di Sea Handling da parte di Sea quali aiuti di Stato", si legge nella nota.

"Il cda di Sea, preso atto delle decisioni del cda della controllata Sea Handling, ha a sua volta posticipato l'approvazione del proprio bilancio", si legge ancora nella nota.

Il Comune di Milano, azionista di maggioranza di Sea, ha presentato ricorso al Tribunale dell'Unione europea in Lussemburgo contro la decisione della Commissione europea di imporre la restitituzione all'Italia di 360 milioni di euro concessi a Sea Handling.

Lo scorso 19 dicembre la Commissione Ue ha ordinato all'Italia il recupero di 360 milioni di euro illegalmente concessi a Sea Handling, controllata nell'assistenza a terra della società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate, perchè incompatibili con le regole del mercato interno..

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia