Immsi, 2012 in rosso per 33,6 mln, pesano svalutazioni Alitalia

lunedì 25 marzo 2013 15:35
 

MILANO, 25 marzo (Reuters) - Esercizio in rosso di 33,6 milioni di euro per Immsi dopo l'utile per 8,5 milioni del 2011: la holding che fa capo a Roberto Colaninno ha svalutato la partecipazione in Alitalia per 36,3 milioni in un anno che ha visto scendere il fatturato a 1.468,3 milioni da 1.616,5 milioni e l'Ebitda a 144,7 da 181,5 milioni.

Lo annuncia una nota ricordando che, al 31 dicembre 2012, il debito finanziario netto arriva a sfiorare i 770 milioni di euro dai circa 700 di fine 2011.

"Dal punto di vista finanziario, la società si attende una riduzione dell'esposizione finanziaria netta a seguito principalmente degli incassi attesi su commesse in corso di lavorazione, in particolare per la commessa con la Marina Finlandese, che dovrebbe consentire un flusso di incassi per la consegna delle due residue unità per circa complessivi 80 milioni di euro, consentendo un significativo rimborso delle linee bancarie in essere", informa la nota.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia