Saipem, utile netto trim4 -30,2% a 180 mln, cedola scende a 0,68 euro

mercoledì 13 febbraio 2013 15:59
 

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Saipem ha chiuso il quarto trimestre 2012 con un utile netto di 180 milioni di euro, in calo del 30,2% rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre per l'intero anno l'utile ammonta a 902 milioni, in contrazione del 2,1%.

Ne dà notizia un comunicato della società di ingegneristica e costruzione controllata da Eni al termine del Cda. A chiusura dei mercati è prevista la conference call con gli analisti, la terza in tre settimane, da quando il gruppo ha annunciato una drastica riduzione degli utili per il 2012 e il 2013 a fine gennaio.

Nel 2012 i nuovi ordini ammontano a 13.391 milioni di euro (12.505 milioni nel 2011). Il portafoglio ordini residuo al 31 dicembre si attesta a 19.739 milioni (20.417 milioni nel 2011).

Confermata la policy di pay-out a un terzo dell'utile netto consolidato: il Cda proporrà all'assemblea un dividendo di 0,68 euro per azione ordinaria (0,70 nel 2011) e di 0,71 per le risaparmio (0,73 euro nel 2011). Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 23 maggio prossimo.

L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre ammonta a 4.278 milioni di euro, con un incremento di 1.086 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2011. L'aumento, spiega il comunicato, è ascrivibile a un sensibile aumento del capitale circolante derivante dall'impatto dei termini contrattuali di alcune commesse in esecuzione e dal prolungarsi di negoziazioni relative a variazioni dello scopo del lavoro su contratti in fase di completamento.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia