Buzzi, ricavi 2012 a 2,8 mld (+0,9%), avvia squeeze-out Dyckerhoff

venerdì 8 febbraio 2013 15:55
 

MILANO, 8 febbraio (Reuters) - Buzzi ha chiuso il 2012 con un fatturato consolidato pari a 2,81 miliardi di euro, in rialzo dello 0,9% rispetto all'esercizio precedente.

Le vendite di cemento del gruppo, si legge in una nota sui dati preliminari per l'esericizio 2012, sono ammontate a 27,3 milioni di tonnellate, -3,4% sul 2011.

Migliora l'indebitamento che alla fine dell'anno scorso è pari a 1,125 miliardi, in diminuzione di 18 milioni rispetto a fine 2001.

Il Cda ha deliberato di avviare la procedura che consente di esercitare il diritto di acquisto di tutte le residue azioni ordinarie e privilegiate detenute dagli azionisti di minoranza della controllata tedesca Dyckerhoff, di cui oggi Buzzi detiene il 96,64% del capitale.

"In conformità agli obblighi di legge, Buzzi Unicem offrirà un adeguato corrispettivo in contanti per ogni azione ordinaria e privilegiata Dyckerhoff, sulla base di un parere preparato da un esperto contabile. La congruità di tale corrispettivo sarà verificata dal perito selezionato e nominato dal tribunale competente", ricorda il gruppo di Casale Monferrato.

L'operazione di squeeze out dovrebbe concludersi entro il 2013 con la cancellazione del titolo Dyckerhoff dalla borsa.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia