Electrolux, in 2013 crescita Usa compenserà debolezza Europa

venerdì 1 febbraio 2013 09:56
 

STOCCOLMA, 1 febbraio (Reuters) - Electrolux prevede che nel 2013 il Nord America e i mercati emergenti l'aiutino a controbilanciare la persistente debolezza in Europa.

E' quanto annuncia il produttore di elettrodomestici, dopo aver presentato i risultati trimestrali, che hanno mostrato un utile operativo sotto le attese.

Il gruppo svedese, secondo solo a Whirlpool quanto a dimensioni, ha archiviato il trimestre con un utile operativo (escluse le poste straordinarie) pari a 1,6 miliardi di corone svedesi (185 milioni di euro), in crescita rispetto agli 1,4 miliardi registrati nello stesso periodo del 2011, ma sotto le attese Reuters di 1,7 miliardi.

"Ci aspettiamo che la debolezza del mercato in Europa sia compensato dalla crescita in Nord America e nei mercati emergenti (nel 2013)", ha spiegato in una nota l'AD Keith McLoughlin.

Nel trimestre le vendite hanno raggiunto i 29,2 miliardi di corone svedesi, rispetto al consensus Reuters di 28,4 miliardi.

Il gruppo ha proposto un dividendo di 6,5 corone per azione, in linea con le attese del mercato.

Whirlpool ieri ha annunciato un utile trimestrale migliore delle attese e dato un buon outlook per il 2013.

McLoughlin ha spiegato che le attività in Nord America e America Latina, che contano per circa il 50% dei ricavi, hanno mostrato una forte crescita delle vendite e dell'utile.

"Le operazioni in Europa hanno scontato la bassa fiducia dei consumatori con volumi in calo e un country mix negativo", ha aggiunto.   Continua...