Credit Agricole, costi extra trim4 per 3,8 mld, anche su Italia

venerdì 1 febbraio 2013 09:29
 

1 febbraio (Reuters) - Credit Agricole ha annunciato che i risultati del quarto trimestre dovranno tenere conto di costi straordinari per 3,8 miliardi di euro, che riflettono la perdita di valore delle acquisizioni effettuate dalla banca francese prima della crisi.

Questo numero include 923 milioni di euro legati al credito al consumo, 852 milioni di euro per le attività bancarie retail in Italia e 267 milioni di svalutazioni sulla partecipazione del 20% detenuta nel portoghese Banco Espirito Santo.

La terza banca francese ha annunciato in una nota che le svalutazioni sugli avviamenti per 2,676 miliardi di euro riflettono gli standard regolamentari più stringenti e "l'attuale situazione macroeconomica e finanziaria in paesi e linee di credito rilevanti".

I costi dei goodwilll non avranno impatto sui 'ratio' di solvibilità e liquidità - spiega la banca - anche se una serie di altre svalutazioni contabili potrebbero avere un impatto marginale sui 'ratio' di vigilanza.

Questi includono 850 milioni di euro dalla rivalutazione del suo debito, che si traducono in circa 550 milioni di euro di impatto sull'utile netto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia