8 gennaio 2013 / 09:38 / 5 anni fa

PUNTO 1-Generali acquisterà 49% jv PPF per 2,5 mld, sale a 38,5% Ingosstrakh

* Generali nominerà vertici GPH con acquisto prima tranche

* Generali non avrà bisogno di risorse extra per seconda tranche

* Paesi CEE restano area strategica per compagnia (Aggiunge dettagli da nota e conference call, andamento titolo)

MILANO, 8 gennaio (Reuters) - Generali e il gruppo PPF, che fa capo all‘imprenditore ceco Petr Kellner, hanno raggiunto un accordo per l‘acquisto da parte della compagnia triestina del 49% della joint-venture Generali PPF Holding (GPH) per circa 2,52 miliardi di euro.

L‘acquisizione - spiega una nota - avverrà in due tranche: la prima entro il 28 marzo 2013 riguarderà il 25% di Generali PPf Holding per 1,286 miliardi, mentre la seconda intorno al 31 dicembre 2014 per 1,234 miliardi.

Le risorse relative al pagamento del prezzo della prima tranche sono già disposizione grazie ai proventi del bond subordinato da 1,25 miliardi emesso lo scorso 5 dicembre. Restano dunque stabili gli indici di solvibilità, con il Solvency I stimato pro forma al 150-155% a fine anno, e di leva finanziaria.

Anche per la seconda tranche non ci sarà bisogno di risorse esterne, come ha precisato il Ceo Mario Greco nella conference call con gli analisti.

“L‘operazione ha molte implicazioni per il nostro business. Dà chiarezza e semplicità alla strategia nei paesi Cee che continuano a essere mercati ‘core’ per Generali”, ha detto Greco.

Il titolo festeggia l‘accordo che chiuderà progressivamente la partnership avviata nel 2007, quindi prima della crisi finanziaria, rinnovata nel 2010 e fonte, negli ultimi anni, di notevoli incertezze per la compagnia triestina a causa della put in mano a Kellner.

Intorno alle 10 Generali sale dell‘1,18% a 14,53 euro a fronte di un settore assicurativo europeo che cede lo 0,60%.

“L‘accordo è positivo in quanto dà più visibilità alla strategia nei paesi CEE e mette fine ai rumors legati a un aumento di capitale legato all‘obiettivo di acquistare la quota restante in una sola tranche”, si legge in un report di Mediobanca.

Il piano di dismissioni della compagnia non cambia. Per Bsi e gli asset Usa “stiamo per ricevere offerte non vincolanti”, ha dichiarato il Cfo Alberto Minali. “Come atteso, c‘è interesse da alcune controparti sia per Bsi sia per gli asset Usa. Non vedo problemi in queste dismissioni”, ha aggiunto.

GENERALI PPF HOLDING PAGHERA’ DIVIDENDO 352 MLN ENTRO MARZO

I dettagli dell‘accordo prevedono che con l‘acquisizione della prima tranche di Generali PPF Holding, il gruppo triestino abbia facoltà di nominare il vertice manageriale della società. A PPF, invece, spetterà il diritto di designare due degli otto membri del Cda (oggi la rappresentanza è paritetica).

A partire dal bilancio 2013 e fino alla durata dell‘accordo Generali PPF Holding distribuirà ai suoi azionisti il 66% dell‘utile maturato.

In una nota distribuita da PPF si legge inoltre che, prima dell‘esecuzione della prima tranche, verrà distribuito un dividendo complessivo di 352 milioni di euro che fa salire l‘introito complessivo della società ceca a circa 2,7 miliardi.

Con l‘accordo viene meno il diritto di PPF a vendere la sua quota a un prezzo corrispondente al più elevato tra il ‘fair market value’ e il prezzo minimo.

L‘ammontare della prima tranche sarà utilizzato per il rimborso di circa il 51% del bond di 400 milioni sottoscritto dal gruppo Generali ed emesso da una controllata di PPF e del finanziamento di 2,1 miliardi concesso nel 2007 a PPF da un pool di banche. Il residuo verrà rimborsato con il perfezionamento della seconda tranche a fine 2014.

E’ riconosciuto a PPF e, in subordine, alle sue banche finanziatrici un diritto di opzione di vendita della quota relativa alla seconda tranche. Tuttavia, in questo caso, Generali dispone del diritto di non acquistare la quota e optare per una procedura d‘asta, senza che questo alteri il pagamento che riceverà PPF.

GENERALI ACQUISTA CONTROLLO QUOTA INGOSSTRAKH

L‘accordo prevede anche la cessione da parte di Generali a PPF delle attività assicurative di credito al consumo in Russia, Ucraina, Bielorussia e Kazakistan per 80 milioni.

Inoltre Generali acquisterà la quota non posseduta in PPF Beta conquistando la titolarità di tutto il 38,5% che il fondo ha della compagnia assicurativa russa Ingosstrakh, mentre a PPF va il pieno controllo del fondo PPF Partners.

“In questo modo - ha spiegato Greco - acquistiamo piena libertà per decidere la strategia su questo asset”.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below