PUNTO 1-Enel stima calo debito 2013 a 41-42 mld - Cfo

mercoledì 14 novembre 2012 13:42
 

(Aggiunge altri commenti Ferraris)

ROMA, 14 novembre (Reuters) - Enel prevede una lieve contrazione del debito nel 2013 rispetto ai 43 miliardi del 2012, secondo il direttore finanziario Luigi Ferraris.

"Prevediamo che si riduca a 41-42 miliardi. Per il momento non parliamo di una riduzione molto aggressiva perché per prima cosa intendiamo tutelare il nostro profilo industriale", ha detto Ferraris in una intervista a Reuters Financial Television.

"Non vogliamo modificare il nostro portfolio di attività che continua a essere redditizio e resiliente nonostante la crisi economica", ha aggiunto.

Il gruppo italiano guidato da Fulvio Conti è l'utility europea che presenta il più alto livello di debito e ha indicato un obiettivo di indebitamento di 39 miliardi per il 2014 e di 30 miliardi per il 2016.

Ieri, nel presentare i risultati dei primi nove mesi, Enel ha detto che l'indebitamento netto al 30 settembre era pari a 46,456 miliardi e ha confermato l'obiettivo di 43 miliardi a fine anno.

"Penso che anche il 2013 sarà un anno difficile così come lo è stato il 2012 e questa è la ragione per la quale ci siamo preparati per affrontare un biennio impegnativo", ha detto oggi Ferraris a Reuters.

Enel, secondo gruppo elettrico europeo in termini di capacità installata, ha annunciato 1,8 miliardi da dismissioni nel 2012-2013. Ferraris ha detto che vendite per 800 milioni sono già state effettuate e che il rimanente miliardo arriverà il prossimo anno.

"Continueremo a lavorare sul nostro cash flow e sul perfezionamento delle operazioni di dismissione", ha aggiunto.   Continua...