13 novembre 2012 / 17:03 / 5 anni fa

PUNTO 2 - Enel, utile netto nove mesi in calo 19,6% a 2,8 mld

* Nei primi nove mesi 2012 ricavi in crescita (+7,7%) a 61,9 mld

* Crescono anche i costi: +4,5 mld in nove mesi (+11,0%

* Enel vede difficile congiuntura proseguire in trim4 e intero 2013 (Aggiunge dettagli da conference call con analisti)

ROMA, 13 novembre (Reuters) - Il Cda di Enel ha approvato oggi i conti al 30 settembre che si chiudono con un utile netto consolidato di 2,808 miliardi in calo del 19,6% rispetto allo stesso periodo del 2011 quando era stato pari a 3,492 miliardi.

Lo riferisce una nota della società da cui emerge che i costi nel corso dei primi nove mesi sono cresciuti di 4,9 miliardi (+11%), oltre la crescita dei ricavi dei ricavi (+7,7%), spingendo verso il basso il risultato del gruppo elettrico.

TARGET 2012 CONFERMATI

L'Ad della compagnia, Fulvio Conti, nel commentare l'andamento del gruppo dice che "i risultati conseguiti al 30 settembre consentono di confermare gli obiettivi economico-finanziari di fine anno già comunicati al mercato". Nel comunicato si dice anche che i target verranno raggiunti "grazie ai programmi di efficienza operativa già avviati e l'ottimizzazione degli investimenti e considerando l'impatto negativo derivante dalle modifiche al quadro regolatorio già entrate in vigore in Spagna nel corso dell'anno".

Nel corso della conference il direttore finanziario, Luigi Ferraris, ha detto che la società conferma i 16,5 miliardi di Ebitda per l'anno in corso e che questo valore deve essere considerato "un minimo".

L'Ebitda del periodo è stato pari a 12,761 miliardi in calo del 3,9%, dello 0,8% se si fa riferimento al proforma che annulla gli effetti delle partite non ricorrenti.

Nel dettaglio l'azienda segnala che "il margine operativo lordo della divisione Mercato si attesta a 494 milioni (+10,8%), quello della divisione Generazione ed Energy Management a 1,028 miliardi (-38,0%), quello della divisione Infrastrutture e Reti a 3,335 miliardi (+6,6%), quello della divisione Iberia e America Latina a 5,589 miliardi (+0,5%), quello della divisione Internazionale a 1,104 miliardi (-8,0%) e quello della divisione Energie Rinnovabili a 1,124 miliardi (-5,0%)".

Gli investimenti effettuati nei primi nove mesi del 2012 sono pari a 4,377 miliardi in calo del 6,2%, particolarmente concentrata nelle divisioni Energie rinnovabili e Internazionale.

ENEL NON VEDE LA LUCE

I ricavi sono ammontati a 61,889 miliardi in aumento del 7,7% rispetto ai primi nove mesi del 2011.

L'indebitamento netto al 30 settembre era pari a 46,456 miliardi contro i 47,5 miliardi al 30 giugno dell'anno in corso. Ieri Conti ha detto che il gruppo centrerà l'obiettivo di un debito di circa 43 miliardi al 31 dicembre di quest'anno.

Enel fa sapere che la difficile congiuntura dei "primi nove mesi del 2012 si prevede possa proseguire per i restanti mesi del 2012 e per l'anno 2013". Nel mentre porta avanti l'affinamento della sua organizzazione.

Ferraris ha spiegato "che si stanno rinegoziando con i tre principali fornitori prezzi e condizioni, maggiore flessibilità, dei contratti take or pay per il gas". Sempre a proposito di gas il direttore finanziario ha confermato l'interesse per l'ingresso, con partecipazioni di minoranza, nei consorzi che stanno lavorando ai due gasdotti Galsi e Tap.

Enel sta stanno facendo passi in avanti anche nell'accorciamento della catena di controllo delle attività in America latina, operazione da cui non ci si attendono "plusvalenze in quanto già ricomprese nel consolidato".

Nella controllata cilena Enersis verranno concentrate le attività di quell'area. Enel apporterà propri asset in conto capitale.

Per leggere l'intero comunicato i clienti Reuters possono fare doppio click su.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below