Intesa SP, utile netto trim3 a 414 mln, rettifiche crediti per 1,2 mld

martedì 13 novembre 2012 12:30
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 414 milioni di euro, in calo dell'11,9% rispetto al secondo trimestre e un po' sotto il consensus Reuters elaborato con cinque analisti che indica 431,4 milioni.

Nel terzo trimestre 2011 l'utile netto era stato di 527 milioni e comprendeva benefici fiscali per 1,1 miliardi e oneri di integrazione e incentivazione all'esodo per 483 milioni.

I proventi operativi netti sono cresciuti, rispetto al trimestre precedente, del 7,6% a 4,443 miliardi a fronte di interessi netti in calo del 4,7% a 2,317 miliardi, commissioni in crescita dello 0,8% a 1,333 miliardi e un risultato del trading che balza a 623 milioni da 161 grazie anche a 327 milioni di plusvalenza sul buy back di titoli subordinati e senior, spiega una nota.

Nel periodo sono stati effettuati accantonamenti e rettifiche di valore per 1,31 miliardi, di cui 1,198 miliardi riguardano rettifiche nette su crediti.

Dal punto di vista patrimoniale il Core Tier 1 è all'11,1% a fine settembre. Calcolato pro forma Eba il coefficiente si attesta al 10,3%.

La liquidità è robusta con attività liquide per 110 miliardi e una raccolta a medio-lungo termine che a oggi già supera l'ammontare in scadenza nell'intero anno.

Per l'intero 2012 Intesa prevede "una sostanziale stabilità della redditività operativa al netto delle componenti non ricorrenti del 2011.

Il titolo ha accelerato subito dopo la diffusione della trimestrale arrivando anche a oltre +2%. Intorno alle 12,25 segna +1,51% a 1,211 euro.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia