Azimut, utile trim3 42,1 mln (+240%) spinto da commissioni variabili

giovedì 8 novembre 2012 14:23
 

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Azimut ha realizzato nel terzo trimestre del 2012 un utile netto superiore di oltre due volte quello del corrispondente periodo dell'anno scorso a 42,1 milioni (121,2 milioni nei nove mesi), a fronte di ricavi in accelerazione del 55% a 107,9 milioni (322 milioni da gennaio a fine settembre) grazie all'incremento delle commissioni variabili (28,7 milioni da 0,839 milioni).

Lo annuncia una nota dell'asset manager indipendente, precisando che i risultati al 30 settembre rappresentano un record storico del gruppo e coincidono con l'utile dell'intero 2009.

"Questi risultati ci permettono di affrontare con fiducia i prossimi mesi", ha detto l'AD Pietro Giuliani.

La posizione finanziaria netta consolidata a fine settembre 2012 risultava positiva per circa 202,4 milioni di euro (era di 98,8 milioni di euro a fine dicembre 2011).

Azimut ha inoltre rafforzato la propria presenza in Svizzera con una jv, focalizzata sulle strategie macro, chiamata AZ SWISS Sa, detenuta al 90% da Azimut e al 10% dal team di gestione guidato da Gianluca Gabrielli.

Dopo la pubblicazione dei risultati, il titolo guadagna un abbondante punto percentuale in borsa, vicino ai massimi di seduta.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia