Creval, utile netto 9 mesi scende 30% a 31 mln, ricavi -5,3%

martedì 6 novembre 2012 15:38
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Credito Valtellinese ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con un utile netto di 31 milioni di euro, in calo del 30% rispetto ad un anno prima.

I proventi operativi, aggiunge una nota, sono pari a 602 milioni, in flessione del 5,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, di cui 358 milioni di margine di interesse (-7,9%), mentre gli oneri sono scesi del 4% a 407,5 milioni.

Il risultato netto della gestione operativa è di 194,5 milioni, in calo dell'8%.

Sotto il profilo patrimonale il core capital ratio a fine settembre era pari al 7,8%, rispetto al 7,3% a dicembre.

Per l'esercizio in corso "la spirale negativa tra crisi del debito sovrano, accesso al finanziamento da parte delle banche, disponibilità del credito e crescita economica non sembra attenuarsi significativamente", spiega l'istituto nella nota.

"Nel complesso il quadro economico generale permane negativo, determinando condizioni sfavorevoli per l'operatività delle banche, le cui prospettive di redditività per l'anno in corso rimangono contenute".

Il Cda ha poi deliberato un aumento di capitale sociale, senza diritto di opzione, per 22,4 milioni circa a servizio dell'offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria promossa sul 20,83% del capitale sociale non posseduto della controllata Credito Siciliano.

Per il testo integrale del comunicato i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia