Beghelli, trim3 in rosso, non rispetterà scadenze debito e covenants

martedì 6 novembre 2012 14:13
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - Il gruppo Beghelli ha chiuso il terzo trimestre in perdita, per 11,7 milioni di euro, a causa di svalutazioni straordinarie soprattutto nel fotovoltaico per 13,9 milioni, secondo quanto comunicato da una nota della società di sistemi elettronici per la sicurezza e fotovoltaici.

Beghelli annuncia anche future misure di carattere finanziario, tra cui un riscadenziamento del debito e una revisione dei covenants, per far fronte a una posizione finanziaria netta a fine settembre negativa per 164,3 milioni (da -135,8 milioni di fine dicembre).

La società prevede di non rispettare i principali covenants per fine anno e di non disporre delle risorse necessarie per far fronte al servizio del debito per le prossime scadenze di fine novembre e dicembre, è scritto nella nota.

Un aumento dell'indebitamento è riconducibile, secondo la società, alla dinamica del capitale circolante, agli investimenti e ai dividendi distribuiti.

I ricavi netti nel trimestre sono calati del 2,8% a 114,9 milioni, mentre l'Ebitda è risultato in flessione di quasi il 76% a 3,2 milioni.

Beghelli sottolinea, inoltre, la necessità di attivare un piano di ristrutturazione industriale, patrimoniale e finanziaria con cessione di asset non strategici.

Per l'esercizio 2012, la stima è di "una forte contrazione dei livelli di redditività operativa" e di una perdita netta. Il 2011 si era chiuso con un utile netto di 9,8 milioni (+4,9%).

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su   Continua...