Credit Suisse alza target taglio costi dopo trimestre difficile

giovedì 25 ottobre 2012 08:30
 

ZURIGO, 25 ottobre (Reuters) - Credit Suisse progetta nuovi tagli ai costi per un miliardo di franchi svizzeri entro il 2015 dopo che l'utile netto del terzo trimestre si è più che dimezzato.

La banca svizzera ha alzato così a 4 miliardi di franchi l'obiettivo di risparmi al 2015 dal target di 3 miliardi annunciato a luglio, che era già stato aumentato da una indicazione precedente di 2 miliardi.

L'istituto, che ha già in corso un programma di riduzione del personale di 3.500 posti, pari al 7% della forza lavoro, non ha detto quanti tagli sono previsti per raggiungere i nuovi obiettivi di abbattimento dei costi.

Credit Suisse ha chiuso il trimestre con un utile netto in calo del 63% a 254 milioni di franchi, sotto le stime degli analisti di 370 milioni. Sui conti hanno pesato oneri per 1,048 miliardi principalmente dovuti alle valutazioni sul debito.

La banca ha detto anche di aver messo da parte 325 milioni di dollari per chiudere una controversia fiscale negli Stati Uniti anche se non ha potuto fornire indicazioni sulla tempistica.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia