SINTESI - Impregilo esaminerà cedola extra, titolo debole

mercoledì 17 ottobre 2012 13:51
 

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - Impregilo ha confermato la possibilità di distribuire un dividendo straordinario dopo la cessione di gran parte della partecipazione che detiene nella brasiliana Ecorodovias , ma senza dare dettagli sull'entità della cedola.

E' quanto emerso dalla conference call che i vertici del gruppo hanno tenuto con gli analisti questa mattina, dopo che ieri sera il Cda ha accettato le offerte ricevute per circa il 23% di Ecorodovias.

L'incertezza sull'ammontare del dividendo e le indiscrezioni stampa su una possibile cancellazione della penale per il ponte sullo Stretto di Messina pesano sul titolo, che in controtendenza rispetto a Piazza Affari cede oltre il 2%.

Impregilo cederà il 19% a Primav al prezzo di 19 reais per azione, con un premio del 5% sulla chiusura di lunedì, e il 3,7% a Btg Pactual, con uno sconto dell'8,8% rispetto a lunedì. Il gruppo di costruzioni resta così con il 6,54% della società brasiliana, che potrà cedere sul mercato o a terzi non concorrenti.

"La società ha in animo di esaminare, ove ci fosse eccedenza di cassa, e noi pensiamo ce ne possa essere, una soddisfazione per gli azionisti", ha detto l'AD del gruppo Pietro Salini, aggiungendo che "di questo si occuperanno i prossimi Cda che esamineranno il piano industriale e l'utilizzo di risorse generate (dalla cessione)". Non sono invece state date indicazioni sull'ammontare del "jumbo dividend".

Una fonte vicina alla società ha detto a Reuters che il Cda di Impregilo farà una proposta sul dividendo straordinario entro dicembre, in occasione dell'approvazione del nuovo piano industriale.

Durante la conference call Salini ha inoltre spiegato che con i proventi della cessione si eliminerà il peso dell'indebitamento che grava sul gruppo, si libereranno importanti risorse per lo sviluppo futuro anche grazie a un miglioramento della capacità di funding e si esamineranno nuovi investimenti.

Rispondendo alla domanda di un altro analista, l'AD ha sottolineato che anche se non si riuscirà a contabilizzare la cessione della partecipazione in Ecorodovias nel 2012, sarà possibile comunque procedere alla distribuzione di un dividendo perché ci sono riserve per 200 milioni.

"Se anche non ci fosse plusvalenza contabilizzata all'interno del periodo, ma ci fosse comunque la disponbilità di cassa, in teoria, su proposta del Cda si potrebbe procedere a un dividendo anche in questo caso", ha detto Salini, dopo aver ricordato che "Impregilo dispone di riserve per circa 200 milioni che potrebbero teoricamente essere oggetto di potenziale distribuzione".   Continua...