Ict, Assinform vede mercato italiano 2012 a -2,6%

lunedì 15 ottobre 2012 15:46
 

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - Assinform stima che nel 2012 il settore dell'Ict (Tecnologie dell'informazione e della comunicazione) registrerà un calo del 2,6% a 56,549 miliardi.

Lo dice una nota dell'associazione di Confindustria in cui si aggiunge che l'andamento sarà peggiore nel settore It (Tecnologie dell'infomazione) 16,889 miliardi (-4,4%) rispetto alle comunicazioni 39,660 miliardi (-1,8%).

Nei diversi comparti nel primo semestre dell'anno si sono registrati andamenti fortemente divergenti: sono "cresciute le componenti collegate a Internet: cloud +41,6%, tablet +78,5%, smartphone +30%, ma non hanno compensato la crisi dei comparti tradizionali: Pc e server a -7,1%, servizi -3,3%, software -0,6%".

Alla fine di giugno si è assistito anche ad un rallentamento della discesa del comparto Tlc: -1,3% per la decisa inversione di infrastrutture, +2,2%, e terminali +4,4%.

Più nel dettaglio Assiform spiega che "tutte le componenti classiche dell'IT hanno sofferto, in particolare l'hardware (2,172 miliardi, -7,1%) e l'assistenza tecnica (303 milioni, -6,8%). Hanno sofferto anche i servizi (4,025 miliardi, -3,3%), mentre il software è calato molto meno(1,926 miliardi, -0,6%), grazie all'importanza che esso ha anche per l'adeguamento delle dotazioni tecnologiche esistenti".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia