A2A, Brescia chiede via duale e Ambiente, Ranci:"Piano a novembre"

martedì 25 settembre 2012 18:37
 

MILANO, 25 settembre (Reuters) - Superare il sistema duale di governance, introducendo quello monistico e spostare a Brescia la sede delle attività ambiente e teleriscaldamento, lasciando a Milano quella dell'energia.

E' quanto ha chiesto oggi il consiglio comunale di Brescia a Pippo Ranci, presidente del consiglio di sorveglianza di A2A , nel corso di un'audizione presso la Commissione Attività partecipate del comune azionista della utility i cui manager stanno lavorando al nuovo piano industriale di A2A.

"Il consiglio ha ribadito a Ranci il senso della mozione già approvata la scorsa primavera che prevede: il superamento del duale nei prossimi tre anni e il trasferimento a Brescia delle attività legate al settore ambiente e rifiuti", ha spiegato Aldo Rebecchi, presidente della commissione.

Ranci ha, dal canto suo, confermato che il nuovo piano industriale triennale sarà pronto e presentato al mercato "entro novembre". L'incontro si è concluso, secondo quanto ha sottolineato Rebecchi, con "la volontà di una messa a punto subito dopo la presentazione del piano fra dicembre e gennaio".

Le richieste di Brescia sembrano in linea con quelle già formulate dall'altro azionista di peso, il comune di Milano.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia