Mediobanca, avviato iter piano, si guarderà a piano Generali e contesto

giovedì 20 settembre 2012 15:18
 

MILANO, 20 settembre (Reuters) - Mediobanca ha avviato l'iter per la formulazione del nuovo piano industriale per il quale però attende che siano più chiari il contesto macroeconomico e quello regolamentare, in particolare in riferimento a Basilea 3, e soprattutto il nuovo piano strategico di Generali, principale partecipata del gruppo.

Lo ha riferito un consigliere al termine del Cda riportando quanto dichiarato dall'AD Alberto Nagel nel corso della riunione odierna.

"E' cominciato con il Cda un percorso che andrà avanti fino a maggio-giugno prossimo. Si vedranno vari fattori, dal contesto macro a Basilea 3 al piano Generali per capire cosa proporre come piano", spiega il consigliere, che ha voluto restare anonimo.

Nel corso della riunione - hanno riferito altri consiglieri - il tema del possibile spinoff delle partecipazioni azionarie è stato definitivamente archiviato e derubricato come semplice "pettegolezzo".

Il consiglio ha riguardato esclusivamente i conti dell'esercizio 2011-2012 per i quali è stata manifestata "soddisfazione", tenendo conto del contesto macroeconomico difficile in cui sono maturati.

"Se una banca fa utili di questi tempi non così facili è sempre una buona notizia", ha commentato un consigliere.

Un altro ha parlato di "grande soddisfazione del consiglio che ritiene che la banca sia ben gestita e con prudenza" e di riunione "serena".

Non è invece stata nuovamente sollevata la questione Nagel/Fonsai, già affrontata nel Cda del 5 settembre scorso.

Nel pomeriggio è in agenda la riunione del patto di sindacato di Mediobanca.   Continua...