Lusso, mercato visto in crescita 6-7% in prossimi 2 anni-Ernst&Young

martedì 18 settembre 2012 15:01
 

MILANO, 18 settembre (Reuters) - A differenza di molti settori che hanno sofferto negli ultimi dodici mesi, le imprese del lusso si sono rivelate sostanzialmente immuni alla crisi e - dopo il +10,4% messo a segno nel 2011 dal mercato a livello mondiale del lusso per la persona - per quest'anno e per i prossimi due è attesa un'ulteriore crescita media stimata tra il 6 e il 7%.

E' quanto emerge dalla nuova edizione del Luxury and Cosmetics Financial Factbook di Ernst & Young, secondo cui tra le principali ragioni di questo andamento si può annoverare il fatto che la crescita del Pil dei Paesi emergenti continua a essere sostenuta, facendo emergere nuove classi medio-alte che cercano di affermare il proprio status attraverso i consumi.

Ad esempio, la Cina si afferma come il mercato dei beni di lusso per la persona a più rapido sviluppo con un ritmo di crescita medio del 30% annuo, portando i cinesi a essere i "top buyer" a livello globale di prodotti di lusso. Un trend favorito anche da un incremento del turismo cinese verso Stati Uniti, Europa e Asia stessa.

Anche il settore della cosmetica ha conosciuto un forte sviluppo negli ultimi anni e si attendono tassi di crescita importanti sia per il 2012 sia per il 2013, sottolinea lo studio.

La volatilità dello scenario macroeconomico in Italia ha provocato negli ultimi tre anni un forte declino delle operazioni M&A, evidenzia ancora Ernst & Young. Tuttavia il quadro non è omogeneo: nonostante le condizioni del mercato, l'industria del lusso in Italia resta uno dei settori più attraenti per investitori locali e internazionali, come dimostrano, ad esempio, le recenti operazioni di quotazione di società italiane (Ferragamo, Cucinelli e Prada a Hong Kong) e le ultime acquisizioni di primari marchi italiani.

"In un contesto economico e finanziario complesso, continuiamo a registrare un elevato interesse da parte di investitori strategici e finanziari verso i marchi del made in Italy, particolarmente per quelli che hanno alla base una forte connotazione e qualità del prodotto e un marchio riconosciuto e riconoscibile sui mercati del lusso globale. In questo ambito, sicuramente più che in altri, l'Italia sta dimostrando la propria capacità di eccellere internazionalmente per creatività, prodotto, qualità e innovazione", commenta Andrea Guerzoni, Ernst & Young Transaction Advisory Services Managing Partner, nel comunicato che sintetizza i risultati della ricerca.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia