Unipol-Sai, netto atteso 2015 a 821 mln, Solvency II al 184%

venerdì 22 giugno 2012 11:58
 

MILANO, 22 giugno (Reuters) - Unipol-Sai , la compagnia che nascerà dalla fusione a 4 tra Unipol, Fonsai, Premafin e Milano Assicurazioni , prevede un utile netto consolidato di 821 milioni di euro al 2015 e un Solvency II margin al 184%.

Sono questi i numeri principali delle linee guida industriali del progetto di integrazione.

Le sinergie al 2015 sono previste in 345 milioni, si legge in una nota.

I premi Danni al 2015 dovrebbero attestarsi a 9,5 miliardi di euro, mentre quelli del ramo Vita a 6,5 miliardi. Il combined ratio del lavoro diretto è atteso al 93%.

A livello di gruppo, quindi considerando anche altre società come Unipol Banca o Linear che faranno capo direttamente alla nuova Ugf, l'utile netto consolidato atteso al 2015 è di 880 milioni con un Solvency II al 143%.

Gli azionisti del gruppo beneficeranno a regime di un payout ratio tra il 60 e l'80%.

Unipol si è impegnata con l'Antitrust alla cessione di premi per 1,7 miliardi di euro principalmente nel ramo RC Auto, alla cessione delle quote in Mediobanca e Generali e alla riduzione dei debiti subordinati verso Mediobanca da 1,45 miliardi a 1,1 miliardi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia