Pop Milano, vicende giudiziarie non hanno ricadute economiche su banca

martedì 29 maggio 2012 13:42
 

MILANO, 29 maggio (Reuters) - Le vicende giudiziarie che hanno portato all'arrestro dell'ex presidente di Pop Milano Massimo Ponzellini in relazione al finanziamento di B-Plus "allo stato e secondo le informazioni disponibili" non hanno ripercussioni economiche sulla banca che si dichiara, peraltro, "parte offesa".

Lo rende noto l'istituto con un comunicato diffuso su richiesta di Consob mentre il titolo è in asta di volatilità per eccesso di ribasso, segnando un calo teorico dell'11,8%.

Il titolo Pop Milano è finito sotto pressione oggi - in un momento in cui indice e settore europeo guadagnavano terreno - dopo la notizia dell'arresto dell'ex presidente Massimo Ponzellini nell'ambito dell'inchiesta sulla gestione del credito dell'istituto di Piazza Meda. Secondo fonti investigative è indagato anche l'ex direttore generale, Enzo Chiesa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia