PUNTO 1-Banco Popolare, rosso trim1 a 109 mln dopo fair value option

martedì 15 maggio 2012 18:47
 

(Aggiunge altr dettagli da nota)

MILANO, 15 maggio (Reuters) - Banco Popolare ha chiuso il primo trimestre del'anno con una perdita netta di 109 milioni dopo avere contabilizzato l'impatto negativo per 212 milioni derivante dalla valutazione a fair value delle passività di propria emissione conseguente alla variazione positiva del proprio merito creditizio.

Escludendo questo impatto dovuto alla volatilità del merito creditizio (misurato dalle quotazione dei Cds) l'istituto archivia il trimestre con un utile netto consolidato di 103 milioni rispetto ai 138 milioni del corrispondente periodo dell'anno precedente, spiega una nota.

L'andamento economico della gestione evidenzia proventi operativi complessivi in calo dell'8,6% a 790,3 milioni ma con un margine di interesse in crescita del 5,5% a 471,4 milioni (2,8% rispetto al quarto trimestre 2011) che beneficia delle azioni di repricing.

Sulla flessione dei proventi operativi pesa un margine finanziario negativo per 33,9 milioni da un dato positivo di 67,3 milioni dell'anno scorso, proprio a causa dell'effetto 'fair value option'.

Gli oneri operativi sono in calo dell'1,7% a quota 589 milioni.

Le rettifiche di valore nette per deterioramento dei crediti verso la clientela sono pari a 211,5 milioni rispetto ai 207 milioni ed ai 168,1 milioni rispettivamente nel primo e nel quarto trimestre 2011 con un costo del credito di 86 punti base (su base annua).

Alla voce accantonamenti ai fondi rischi e oneri il Banco Popolare ha effettuato un accantonamento specifico di 77,2 milioni finalizzato a fronteggiare i rischi sull'investimento in Agos Ducato, joint venture del credito al consumo controllata dal Crédit Agricole.

Sotto il profilo patrimoniale il Core Tier 1 è pari al 7,4% dal 7,1% grazie anche dell'operazione di buy back di propri strumenti di capitale.   Continua...