Iren, Reggio E. propone raddoppio cedola, netto 2012 visto a 80-90 mln

lunedì 14 maggio 2012 13:15
 

REGGIO EMILIA, 14 maggio (Reuters) - Iren, alla luce di quello che sarà il primo trimestre, dovrebbe chiudere il 2012 con un utile netto intorno a 80-90 milioni di euro.

Per questa ragione il sindaco di Scandiano, Alessio Mammi, presidente del subpatto dei soci dei 45 comuni del reggiano, compreso il capoluogo, pari al 12,2% del capitale della utility, propone di raddoppiare il dividendo sul 2011, rispetto alla proposta del Cda di 16,6 milioni circa (0,013 euro), ad almeno 30-32 milioni, quindi a 0,026 euro.

"Alla luce di quella che sarà il primo trimestre, Iren dovrebbe chiudere il 2012 con un utile netto di 80-90 milioni di euro", ha detto il sindaco di Scandiano, nel corso dell'assemblea degli azionisti chiamata ad approvare il bilancio 2011.

Quanto alla politica dei dividendi, "partendo dal presupposto che Iren non è di proprietà dei sindaci e che non lo facciamo per rimpinguare le casse un possibile aumento dei dividendi, ritieniamo che la nostra proposta stia in piedi da un punto di vista finanziario, visto che una proposta simile era satta fatta nel corso del Cda di arrivare a un dividendo intorno a 32 milioni di euro. Nel 2010 (il monte dividendi) è stato pari a 108 milioni, adesso arrivare almeno a 30-32 milioni non ci sembra eccessivo", ha spiegato Mammi.

(Giancarlo Navach)

(Via Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

18,2% quota ai tre comuni emiliani subpatto reggioano reggio piu' i comuni 12,2%